Bova, un paese che parla Γραικὸς (greco)

La magna Grecia è un’area che, anticamente, comprendeva alcune regioni del mezzogiorno italiano fra cui Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata.
Non è difficile, infatti, visitando questi luoghi imbattersi in rovine greche, teatri, terme e arene derivanti da questa epoca storica.
Pochi sanno, a tal proposito, che nella zona “grecanica” della Calabria, lungo il versante orientale della catena dell’Aspromonte esiste un borgo (annoverato fra i più belli d’Italia) che si chiama Bova Superiore in cui le vie, gli abitanti, le attività commerciali sono ancorati alla tradizione e conservano, nonostante il trascorrere del tempo, le proprie radici greche.
Come vi mostro di seguito, infatti, il loro denominatore comune e la loro particolarità è quella di “parlare” greco antico.
Al centro del paese abbiamo, ad esempio, la farmacia:

Le indicazioni, sparse per il paese e che ci portano nei luoghi più simbolici e suggestivi del borgo arroccato sulla montagna, sono anch’esse in lingua greca, seppure consumate dal tempo e dalle condizioni atmosferiche.

Cosa vedere a Bova?

Il borgo è uno dei classici luoghi in cui io consiglio di perdervi perché i suoi vicoli ed i suoi scorci meritano di essere scoperti per godere di tutta la meraviglia di cui vanno fieri.
Personalmente, consiglio anche due o tre punti strategici da visitare, oltre che per la loro importanza simbolica e storica, anche per il panorama mozzafiato di cui si può godere raggiungendoli.

1) Il sentiero della civiltà contadina

In questo percorso, che dura circa 300 metri, abbiamo modo di vedere ed ammirare gli strumenti e le tecniche di coltura utilizzate in passato – prima dell’era delle macchine – dai lavoratori dei campi, come ad esempio il frantoio ed il mulino ad acqua.

2) La locomotiva di Piazza ferrovieri d’Italia

Un monumento all’emigrante che dal paese di Bova si è spostato verso altre terre in cerca di fortuna e quindi anche al progresso che ha portato, di anno in anno, allo spopolamento sempre crescente del paesino dell’Aspromonte, costruita nel lontanissimo 1912 (più di 100 anni fa!) dall’azienda Ansaldo di Genova.

3) Il castello normanno

Arriviamo ora al punto più in alto di Bova, una fortificazione eretta dai Normanni nel XI secolo durante la loro dominazione in Calabria e in Sicilia; esso, insieme all’omonima torre, è collocato in una bellissima posizione; infatti da qui, una volta giunti in cima, si può ammirare a nord tutta la vallata circostante – con un silenzio assordante, volendo utilizzare un ossimoro – mentre a sud, da lontano si vede il bellissimo mare azzurro di Bova Marina.

4) Grotta degli innamorati

Secondo le numerose leggende, tramandatesi di generazione in generazione, in questo cunicolo, anticamente gli amanti vi si recavano per giurarsi fedeltà ed amore eterno.

5) La Cattedrale di Santa Maria dell’Isodia

A pochi passi dalla grotta degli innamorati, ritornando verso il centro storico di Bova Superiore, troviamo questa bellissima chiesa che menziono anche per l’incantevole viale alberato, situato nella sua parte posteriore.

Cosa mangiare a Bova?

Vi dice qualcosa la parola LESTOPITTA? Non vi ricorda una leggera assonanza con il greco “pita”, il classico panino imbottito ellenico?
Ebbene anche in questo caso la derivazione greca si sente ma la Lestopitta è leggermente differente dalla pita. Infatti, più che un panino, la sua pasta ricorda quella dello gnocco fritto, con la forma tipica della piadina che può essere farcita a piacimento, con melanzane, patatine, cipolle, nduja ecc.

Ah, dato che siete da queste parti, non dimenticatevi di spalmare sul pane la ‘nduja, cibo tipico calabrese non adatto ai deboli di cuore servito nel bellissimo “scaldino” per scioglierla e godersela meglio.

Come arrivare a Bova Superiore?

Circa un km prima della fine della famigerata autostrada Salerno-Reggio Calabria, troverete l’indicazione per la strada statale 107 direzione Taranto e proseguite sempre sempre dritti per circa 60 km fino a che non vedrete il cartello per Bova Marina e Bova Superiore. Da Bova Marina, alla parte alta del paese vi è circa una mezz’oretta di strada tutta in salita ma vi consiglio veramente tantissimo una visita al borgo (il paese è molto piccolo in un paio d’ore lo girate) per poi concludere la giornata al mare, nelle acque cristalline della costa ionica.
Prima di lasciarvi però, vi voglio salutare mostrandovi delle fotografie di tre scorci che ho trovato particolarmente “romantici”.

Consigliato

Classificazione: 4.5 su 5.

Categorie borghiTag , , , , , , , ,

8 pensieri riguardo “Bova, un paese che parla Γραικὸς (greco)

  1. Si, è una bellissima realtà ma è molto difficile da raggiungere :)

    Piace a 1 persona

  2. Non sapevo dell’esistenza di questo paesino! Sicuramente molto interessante e curioso, penso proprio che la prossima volta che mi capiterà di fare un viaggio verso il Sud Italia farò una piccola deviazione per Bova.

    "Mi piace"

  3. P.S vorrei aggiungerti ma cliccando sull’icona del tuo wordpress mi dice che non esiste – anche io avevo lo stesso problema – Prova a verificare l’URL tramite le impostazioni.

    "Mi piace"

  4. tranquilla! Calimera è un classico nome che rimanda alla Grecia, credo voglia dire “buongiorno” o mi sbaglio?

    "Mi piace"

  5. Figurati 😊 Tra l’altro, odioso correttore, mi sono resa conto dopo di aver scritto tutto sbagliato 😅 Calimera e Martignano!

    "Mi piace"

  6. Ciao Jessica, ho visto 18 regioni italiane su 20 e una delle due che mi manca è proprio la Puglia (strano ma vero) quindi non l’ho vista ma mi piacerebbe presto spero. Quando ci andrò sfrutterò a pieno il tuo consiglio, grazie mille!

    "Mi piace"

  7. Ciao Jessica, faccio una piccola precisazione a tal proposito: ho visto 18 regioni italiane su 20 e una delle due che mi manca è proprio la Puglia (strano ma vero) quindi non l’ho vista ma mi piacerebbe presto spero. Quando ci andrò sfrutterò a pieno il tuo consiglio, grazie mille!

    "Mi piace"

  8. Hai avuto modo di visitare la Grecia Salentina? Calinera, Martignnao etc? (visto l’articolo credo possano essere di tuo interesse) 😊

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close