Aosta, una città romana

Una delle curiosità che più mi ha colpito del capoluogo valdostano è sicuramente la sua storia – oltre che la sua bellezza. Pochi sanno, infatti, che Aosta è una città fondata dai romani, come si può dedurre visitando alcune piazze fra cui quella intitolata a Severino Caveri oppure visitando l’area funeraria fuori porta decumana o ancora, come si può evincere dalle varie porte collocate proprio al confine del centro storico, tipiche dell’arte romana tra cui spicca sicuramente Porta Preatoria, le cinte murarie che, anticamente, venivano utilizzate a protezione della città e, infine, l’importantissimo Arco di Augusto che regala il nome alla piazza presso cui è collocato. Questo monumento storico affonda le sue origini ancor prima della nascita di Cristo, esattamente nel 25 A.C e fu un’opera voluta dal grande generale Aulo Terrenzio Varone per celebrare la vittoria del suo esercito contro i Salassi, popolazione celtica che occupava il territorio che oggi conosciamo come Piemonte, confinante, appunto, con l’attuale val d’Aosta. In quello stesso anno, infatti, non solo venne edificato l’arco Augusteo ma bensì nacque anche Praetoria cioè la città di Aosta.

Cosa vedere ad Aosta?
La mia esperienza

Inutile dirvi che questa cittadina, collocata ai piedi delle Alpi, ha tutto da vedere; infatti, dalla stazione, è possibile raggiungere alcune mete fra le più note tra cui Courmayeur e Cogne, situata nella valle del Gran Paradiso che – personalmente – ho trovato fra i posti più belli che abbia mai visto. Premetto che essendo stato solo sabato e domenica in occasione del mio compleanno non ho potuto visitare tutto l’entourage ma ho deciso di dividere il mio weekend così:
Giorno 1: Aosta Centro + Pila (meta sciistica che si raggiunge con la funivia)
Giorno 2: Visita a Cogne e alle cascate Lillaz
Iniziamo però dal centro storico (giorno 1). Vi parlerò di Cogne e delle cascate di Lillaz in un articolo a parte, promesso!


1) Piazza Emile Chanoux

Innanzitutto è bene capire chi fosse la persona da cui prende il nome questo luogo; Chanoux fu un politico valdostano, vissuto fra il 1906 e il 1944, particolarmente attivo nel periodo della resistenza italiana nel territorio di Aosta; purtroppo, perse la vita molto giovane perché, a causa delle sue idee e delle sue azioni, fu processato e giustiziato in carcere dal regime fascista.
La piazza, raggiungibile a piedi dalla stazione (5 minuti) è la principale di Aosta ed ospita bar, ristoranti, un piccolo supermercato, il teatro e alcuni negozi di souvenir; da qui si sviluppano i vari decumani del centro storico che oggi assolvono ad una funzione commerciale essendo quelle che noi chiamiamo “le vie dei negozi”; consiglio sicuramente di vedere questa piazza anche perché siete praticamente obbligati a passarci se volete raggiungere qualsiasi destinazione.

2) Piazza Pietro Leonardo Roncas

Questa piazza, pur essendo di dimensioni ridotte, ha un’importanza fondamentale per la vita culturale della città valdostana poiché ha sede il Palazzo Roncas (dal nome del primo segretario di stato del Duca di Savoia Carlo Emanuele I). Purtroppo, momentaneamente, il palazzo edificato nel 1606 è chiuso al pubblico ma comunque consiglio una visita dall’esterno.

3) Il museo archeologico nazionale

Nella foto qui sopra vedete piazza Roncas che, oltre ad ospitare l’omonimo palazzo, è anche la sede del Museo Archeologico nazionale (MAR) al cui interno possiamo trovare alcune esposizioni di reperti appartenenti e ritrovati nel territorio valdostano nel corso del tempo, dalla fase preistorica, all’età romana sino ad arrivare all’epoca tardomedievale. Tuttavia, in alcune occasioni ospita anche delle mostre temporanee dedicate ad artisti contemporanei; quando ci sono stato, ad esempio, vi era quella di Lucio Fontana.

4) Piazza Severino Caveri

Fra le più rappresentative della storia di questa città, ospita il foro romano, resti della civiltà romana che vale la pena di visitare ed apprezzare.

5) Porta praetoria e Arco di Augusto

Collocate in pieno centro storico, queste bellissime testimonianze romane rappresentano due fra le porte principali della città, una collocata nella parte est ed una all’ingresso del centro storico cittadino, nella parte sud.
Questi due “monumenti” si possono tranquillamente definire come le vere e proprie icone della città dato che Augusta Pretoria (che sembra una crasi dei due nomi) è anchke l’antico nome di Aosta. Purtroppo, avendo smarrito, ahimè, le foto che avevo scattato di questi due siti storici, vi rimando al sito ufficiale della valle d’Aosta dove potrete vedere qualche immagine ed avere maggiori informazioni:
Porta Praetoria: https://www.lovevda.it/it/banca-dati/8/architettura-romana/aosta/porta-praetoria/730
Arco di Augusto: https://www.lovevda.it/it/banca-dati/8/architettura-romana/aosta/arco-di-augusto/728

6) Pila

Poco fuori dalla porta principale della città si trova una ovovia che permette di salire nella nota località sciistica per respirare un po’ di aria fresca e pulire e staccare dal ritmo cittadino. Pagando una cifra veramente irrisoria, è possibile prendere comodamente questo mezzo di trasporto – senza fila – per arrivare in cima, per un totale di circa 25 minuti di tragitto in cui si vede sfumare la città per addentrarsi sempre di più nelle montagne. Arrivati su, vi sono numerosi percorsi da trekking da fare che si dipartono e diverse aree ristoro, in mezzo al verde fra cui riposare tranquillamente.

Per altri consigli ed informazioni su come arrivare, dove mangiare, quali attività svolgere scrivetemi pure; sarò felice di potervi aiutare nel miglior modo possibile.
Vi lascio con una piccola opinione personale, relativa al mio piccolo viaggio ad Aosta: secondo me questa cittadina è molto accogliente e graziosa ed è piuttosto piccola da girare; se vi prendete infatti un giorno di tempo per visitare il suo centro storico riuscirete sicuramente a vedere i siti ed i monumenti più importanti lasciando anche un po’ di spazio, come ho fatto io, a qualcos’altro come una piccola esplorazione fra i monti.
Non ero mai stato in Val d’Aosta ma penso che ci tornerò per scoprire tante altre bellissime curiosità di questa incantevole cittadina.


Consigliato

Classificazione: 4 su 5.


16 pensieri riguardo “Aosta, una città romana

  1. Molto particolare come citta. Peccato esserci stato solo due giorni, avrei voluto visitare meglio tutto l’hinterland!

    "Mi piace"

  2. Bella Aosta, l’ho visitata un paio di anni fa, dopo cerco gli scatti che ho fatto. Bell’articolo! S

    "Mi piace"

  3. Semplice Adoro …Roma ❤️

    "Mi piace"

  4. Io non sono mai stato nemmeno alla Fiera ma chissà, magari un giorno ci andrò!

    Piace a 1 persona

  5. Non ricordo dove fosse esattamente… motivo in più per tornare e vedere la città con calma senza la folla per la Fiera di Sant’Orso…

    "Mi piace"

  6. Ho visto un documentario, non so se era superquark o Ulisse. Comunque sono degli acquedotti/ ponti romani, dev’essere bello anche perché puoi entrare dentro!

    "Mi piace"

  7. era quello vicino alla stazione? forse ci sono passato davanti!

    Piace a 1 persona

  8. Non li conosco! Ora do un’occhiata su cosa sono :)

    "Mi piace"

  9. E anche il Grand Arvou mi interessa un sacco

    "Mi piace"

  10. Sono stata ad Aosta in occasione della Fiera di Sant’Orso alcuni anni fa e mi erano piaciute molto sia la città che le bancarelle degli espositori. M’incuriosiva il tipico ristorante himalayano… credo che se ci tornassi lo proverei…

    "Mi piace"

  11. Bellissima! Ho in programma di andare presto da quelle parti per vedere il Pont d’Ael, ci sei mai stato?

    "Mi piace"

  12. Grazie! Mi fa davvero piacere ricevere questi complimenti! Il tuo blog mi piace molto, complimenti anche a te quindi :)

    "Mi piace"

  13. Aosta è una bellissima città, la conosco molto bene. Bellissime le tue foto e mi è piaciuta tantissimo come hai raccontato la sua storia. Complimenti davvero

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close