Eindhoven: la città dei birilli volanti

Qualche anno fa, nel 2018, in occasione della mia laurea ho deciso che volevo andare in Olanda. Avendo già visto Amsterdam due volte, ho cercato fra i collegamenti più semplici tra Bergamo e un qualsiasi posto nei Paesi Bassi, risultato Eindhoven.
Una scelta piuttosto azzardata dato che nessuno fra i miei amici o conoscenti era mai andato in questa cittadina. Mi butto, ho pensato. E ho fatto bene. Avevo solo tre giorni di tempo quindi avrei dovuto scegliere una tappa che non fosse una capitale ma un’alternativa con poche “attrazioni” da visitare.
Scelta più che azzeccata. Eindhoven, infatti, era ciò che cercavo. Una città molto “ufficiale”, non di certo un paese dei balocchi come Amsterdam ma tutto l’opposto, tranquilla, produttiva e poco caotica.
Vi starete chiedendo perché il titolo di questo articolo? Ve lo spiego immediatamente. Infatti, fra una delle cose da vedere nella ville olandese ci sono i Flying Pins – i birilli volanti, appunto – un’opera di due artisti contemporanei, Claes Oldenburg  e Coosje van Bruggen che raffigurano lo sport del bowling, con una palla enorme che colpisce i birilli gialli e rossi.
Questo monumento è situato a circa 10 minuti a piedi dalla stazione anche se sono collocati in una posizione un po’ scomoda, in effetti, all’interno di un ampio terreno/parco che separa due carreggiate di un ampio viale. Tuttavia consiglio comunque di farvi una visita perché rappresenta un must della cittadina olandese.

Oltre a questo pezzo d’arte moderna, Eindhoven è molto conosciuta in Europa per la sua produttività e, in modo particolare, vi sono due aziende che ne fanno un’ottima testimonianza: la Phillips, noto marchio di elettronica e la DAF, industria che si occupa di costruzione di grandi veicoli.
Noi abbiamo optato per la prima scelta. Vi racconterò perciò, la visita all’interno del museo storico dell’azienda, una piacevole sorpresa che mi ha portato a vivere una mattinata in un salottino anni ’50, in uno studio di registrazione e in una sala cinema.
Il sito, infatti, ripercorre interamente la storia del marchio, passando attraverso la storia dei mezzi di comunicazione, non solo in quanto tali, ma anche relativamente agli ambienti in cui essi si trovavano, come appunto, i salotti anni ’50/’60 quando le innovazioni tecnologiche andavano di pari passo con il consolidarsi di nuove abitudini.

Devo ammettere che è stata proprio una bella visita.
Ma… i prezzi vi starete chiedendo. Ve lo dico. Eindhoven non è per niente una città cara, specie per gli alloggi. Non essendo una città turistica “non ci marciano sopra”. Noi eravamo andati in quattro, in un albergo a 4 stelle, pagando circa 25 euro a notte a piazza de Markt, la più importante della città.

Ve la consiglio per un giro molto veloce di 2 massimo 3 giorni. A livello strutturale, è molto simile ad Amsterdam, con vie strette in centro che si alternano ai numerosi canali, per poi fare spazio, appena fuori, ad ampi e lunghi viali, palazzoni e grandi edifici.
I canali, anche in questo caso, sono il tratto caratteristico che denotano il marchio di fabbrica olandese.

9 pensieri riguardo “Eindhoven: la città dei birilli volanti

  1. Ti ringrazio! Ti auguro di poterci andare molto presto :)

    "Mi piace"

  2. Super interessante

    "Mi piace"

  3. Eindhoven l’ho sempre accostata alla Philips e al PSV, spero di visitarla prima o poi. Come dici, un weekend lungo potrebbe essere l’ideale, pioggia permettendo.

    "Mi piace"

  4. Molto interessante, grazie

    "Mi piace"

  5. No! Pero la mia fidanzata si e ha detto che è una bellissima città :) comunque ti consiglio di visitare prima amsterdam perché è una meraviglia

    Piace a 1 persona

  6. Non avevo mai pensato ad Eindhoven. Non sono mai stato nei Paesi Bassi, ma in effetti è un posto carino dove passare un weekend! Per caso sei stato a Utrecht?

    "Mi piace"

  7. Io amo l’Olanda! Eindhoven ci sta ma non da andarci apposta, magari come gita “giornaliera”.

    "Mi piace"

  8. È una città che mi incuriosisce, come un po’ tutta l’Olanda che non ho avuto ancora la fortuna di vedere

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close