Urbino, la città che non mi aspettavo

Affascinato da alcune immagini di Urbino che avevo visto su Instagram e in svariati documentari televisivi, ho deciso di prenotare un weekend nella città che ha dato i natali a Raffaello. uno degli artisti più “grandi” di sempre.
Decido quindi di prenotare una notte nella località marchigiana per vedere in prima persona la bellezza di questa città.
Partito da Brescia alle 6 del mattino, sono arrivato nella zona urbinate alle 14 del pomeriggio ma il tempo è stato più che sufficiente per esplorare l’interno delle mura cittadine (tempo di visita circa 3/4 ore – visitando anche il Palazzo Ducale).
La struttura della città è molto semplice. Ovunque tu vada, ritorni sempre allo stesso punto, strutturata leggermente in salita, stile “Perugia” o “Gubbio” per chi ci è stato.

4 cose che consiglio di Urbino

Piazza Duca Federico
Questa è la piazza più importante della città da cui si può accedere alla Cattedrale di Santa Maria Assunta – da cui si scorge anche il suo cupolone – e al palazzo Ducale, residenza in cui regnò Federico di Montefeltro.

Cattedrale di Urbino
Sguardo su Piazza Duca Federico

Palazzo Ducale
Su commissione di Federico Montefeltro, il palazzo Ducale di Urbino è uno fra i più importanti siti architettonici d’Italia. Costruito a metà del XV secolo, ancora oggi, rappresenta una forte attrazione per i turisti, appassionati di storia e non.
Esso sorge sulla piazza principale e presenta al suo interno numerosi “angoli” come il giardino botanico o il terrazzino panoramico che ne rendono la visita ancora più piacevole.
Arrivato di fronte all’ingresso ho deciso di visitarlo (per un costo di 8 €) per circa due orette di tour.

Parco della Resistenza – Fortezza di Albornoz
A circa 10 minuti di passeggiata dal centro, in cima ad Urbino si trova il parco della Resistenza che al suo interno ospita la bellissima fortezza di Albornoz che purtroppo non è visitabile.
Questo è il luogo di ritrovo per i più giovani ed è dotato di un bar, un prato molto grande e di alcuni giochi, il che lo rende “accessibile” anche alle famiglie con bambini.
Il Parco della Resistenza è il punto di riferimento ideale di chi vuole studiare, rilassarsi e bersi un buon drink con la vista sulla città di Urbino; esso, infatti, rappresenta un ottimo luogo da cui ammirare tutta l’arte e l’architettura della cittadella.


Scalette di S.Giovanni
Collocate di fronte all’ingresso all’oratorio di S. Giovanni, le scalette sono un ottimo punto panoramico che mi ha colpito molto e mi ha permetto di avere una vista “verticale” sulla cattedrale di Urbino.
Dato che la città è piuttosto piccola e, come dicevo all’inizio dell’articolo, si visita in pochissimo tempo, vi consiglio di farci un salto anche perché, se siete appassionati di fotografia, vi consente di scattare delle foto molto “instagrammabili”.


2 pensieri riguardo “Urbino, la città che non mi aspettavo

  1. Io volevo vederlo ma il weekend era chiuso!

    "Mi piace"

  2. anche a me ha sorpreso per la sua bellezza. E la trovo perfetta per un artista come Raffaello. C’è un evidente legame. Per curiosità ho visitato l’orto botanico ed è un piccolo gioiello. Da vedere!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close