Musica

Voglio cominciare questa sezione con una canzone che non sia un prodotto culturale in quanto tale ma che sia anche un augurio, il più grande augurio che si possa fare ad una persona che parte per una nuova destinazione: Buon Viaggio! Che questo sia un auspicio per godervi al meglio la vacanza, scoprendo quante più cose possibili: cibi, costumi, musei, strade, persone, nuovi amori e nuove amicizie portando con sè ricordi, fotografie ed emozioni:

“Buon viaggio
Che sia un’andata o un ritorno
Che sia una vita o solo un giorno
Che sia per sempre o un secondo
L’incanto sarà godersi un po’ la strada
Amore mio comunque vada
Fai le valigie e chiudi le luci di casa
Coraggio lasciare tutto indietro e andare
Partire per ricominciare
Che non c’è niente di più vero di un miraggio
E per quanta strada ancora c’è da fare..
Amerai il finale!” […]



Buon viaggio (Share the love) – Cesare Cremonini


Fra le canzoni più coerenti in merito alla tematica del viaggio e della libertà c’è sicuramente un grande classico: Born to be wild degli Steppenwolf che risale a più di 50 anni fa, per essere precisi al 1968. Erano gli anni 60, un decennio in cui soffiava forte un vento di rivolta ed innovazione. Woodstock, i diritti delle donne, degli afroamericani, del movimento LGBT con lo Stonewall Inn.
Questa canzone, infatti, cade a pennello. Essa è un inno alla libertà, al partire verso una meta sconosciuta ed incontrare persone lungo il cammino con cui condividere la propria vita, secondo quella che era l’ideologia hippie che ha predominato per tutti gli anni ’60 e ’70.

Racin’ with the wind
And the feelin’ that I’m under
Yeah Darlin’ go make it happen
Take the world in a love embrace
Fire all of your guns at once
And explode into spaceLike a true nature’s child
We were born, born to be wild
We can climb so high
I never wanna die […]

Born to be wild – Steppenwolf


Quest’anno farò le vacanze al Sud, in Calabria e Sicilia e come inno, sicuramente utilizzerò una canzone dei Negrita del 2005, Rotolando verso Sud. Questo pezzo, tratto dall’album “L’uomo sogna di volare” mi fa chiudere gli occhi e immaginarmi su una spiaggia deserta, con il sole e il suono delle onde a cullare la mia pace e lavare via tutta la stanchezza che ho accumulato durante l’anno e lasciarmi scivolare via, sognando che quegli attimi durino per tutta la vita.

Sogno un viaggio morbido
Dentro al mio spirito
E vado via, vado via
Mi vida così sia
Sopra a un’onda stanca che mi tira su
Mentre muovo verso sud
Sopra a un’onda che mi tira su
Rotolando verso sud […]

Rotolando verso Sud – Negrita


Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: